Il Simposio dei Gruppi di Studio: Un resoconto dei discorsi

StampareStampareSend by emailSend by email
Richard Keeler
Joycee Patterson
Joycee Patterson
Doug Cable
Doug Cable
David Glass
David Glass

Di Richard Keeler, trustee della Fondazione Urantia, Evanston, Wyoming, Stati Uniti

L’Associazione Urantia Internazionale ha patrocinato il Simposio dei Gruppi di Studio durato quattro giorni in giugno. Esso fu adattato specialmente per i dirigenti di gruppi di studio.

Gaétan Charland del Quebec, Canada, pronunciò il discorso d'apertura.

Egli pose la domanda: Perché avere dei gruppi di studio? Egli lesse l'istruzione dnel Mandato di Pubblicazione che recita “migliaia di gruppi di studio devono essere portati all’esistenza."

Egli lesse anche gli estratti seguenti da una lettera del 1981 di Emma Christensen, che fu meglio conosciuta come Christy:

"Uno dei nostri principali compiti è di avviare molti gruppi di studio. Devono esserne formati migliaia affinché possiamo avere insegnanti e dirigenti preparati per il giorno in cui Il Libro di Urantia e i suoi insegnamenti avranno bisogno di molti amici sparsi in tutto il mondo.

"Adamo ed Eva avevano ricevuto l'ordine di aprire quelle che io chiamo ‘fari di luce’ in tutto il mondo tramite la loro progenie, ma il loro fallimento mise fine alla loro impresa. Io penso che noi possiamo aiutarli un po’ incoraggiando dei gruppi di studio come ci fu detto di fare e sostenendoli fino a che possano proseguire da soli. "

Gaétan sottolineò che sono passati 59 anni dalla pubblicazione de Il Libro di Urantia. E noi abbiamo 584 gruppi di studio in tutto il mondo: 383 in America del Nord, 117 in America del Sud, 50 in Europa, 17 in Africa, 9 in Asia, e 8 in Australia.

Su 196 paesi nel mondo, 30 hanno dei gruppi studio.

“La nostra sfida”, disse Gaétan, "è di allineare i nostri gruppi di studio agli ideali del Mandato di Pubblicazione." (Vedere: https://www.urantia.org/it/la-fondazione-urantia/la-storia#Il_Mandato_Di_Pubblicazione for the Publication Mandate.)

Gaétan disse: “Non c’è alcun dubbio nella mia mente che voi e io, gli animatori di gruppi di studio, siamo i dirigenti più importanti del movimento." Non una sola goccia d'acqua stima di essere responsabile dell'inondazione”.

Dopo il discorso plenario di Gaétan, noi ci siamo divisi in gruppi di studio da sette a otto persone, per discutere e dare risposta a delle domande preparate in precedenza.

David Kulieke fece il discorso plenario del pomeriggio del primo giorno. Il titolo del suo discorso era “Direzione Efficace di un Gruppo." Secondo David, i dirigenti di gruppi di studio dovrebbero avere tre preoccupazioni maggiori:

  1. elevare, con la preghiera e l’adorazione, la spiritualità dei membri del gruppo di studio;
  2. elevare la qualità dello studio del libro; e
  3. migliorare il nostro senso di comunità.

David dichiarò che "i gruppi di studio sono molto, molto importanti", e che "i dirigenti di gruppi di studio sono molto, molto importanti nella nostra ricerca di una comunità più forte, dell’avanzamento della comprensione, di una preghiera e adorazione più vere."

Dopo la presentazione di David, ci siamo divisi in gruppi di studio pomeridiani per discutere e possibilmente rispondere a domande preparate in precedenza.

Joycee Patterson era la conferenziera plenaria della seconda mattina del simposio. "Carpe Diem" era il titolo del suo discorso. Essa sottolineò che il discorso di Gaétan era incentrato sulla risposta alla domanda: Perché avere un gruppo di studio? Essa disse che il suo discorso s’incentrava su rispondere alla domanda: Come possiamo realizzare le direttive del Mandato di Pubblicazione, che pone l'accento sulla ricerca della verità e della rettitudine. Questa ricerca, disse Joycee, è spirituale, non intellettuale. Ed essa c’incoraggiò a essere coscienti dell'importanza di mantenere un equilibrio tra lo spirituale e l'intellettuale nei nostri studi del libro. La preghiera è meno mentale e più realizzante. Secondo Il Libro di Urantia, "la preghiera è lo stimolo più potente di crescita spirituale."

Sheila Keene-Lund fece quel giorno due discorsi plenari nel pomeriggio intitolati "Volete Cambiare il Mondo?" e sottotitolato "Gli Attributi Spirituali dei Gruppi di Studio." Sheila sottolineò che una persona più un’altra persona che lavorano armoniosamente su un progetto sono più vicini ad essere quattro persone per quanto concerne le loro possibilità di realizzazione e di compimento.

Sheila perorò la meditazione di preghiera e di adorazione prima e dopo il gruppo di studio come mezzo per rafforzare il nostro LQ , cioè, il nostro quoziente d'amore. Essa citò Jonathan Swift, l'Irlandese del 18° secolo che scrisse il Viaggio di Gulliver. "Noi abbiamo abbastanza religione per odiarci, ma non abbastanza per amarci l’un l’altro."

Doug Cable, l’ "Urantiano Errante," ci parlò dei suoi viaggi in camper, qua e là, per incontrare dei gruppi di studio su e giù lungo tutta la Costa Orientale fino alla Luisiana e il Texas, e anche fino allo Stato di Washington. Doug aveva una lista di una quindicina di suggerimenti per i gruppi di studio, rea i quali c’erano:

  1. Avere un periodo di socializzazione prima e dopo la riunione.
  2. Avere un momento di preghiera e di adorazione alla riunione.
  3. Avere un dirigente che faccia in modo che il gruppo resti nel soggetto.
  4. Condurre delle mini conferenze regionali.
  5. Discutere la trasformazione della credenza alla fede.

David Glass pronunciò un discorso intitolato "L e Gloriose Buone Notizie." David disse che "la creazione di un gruppo di studio rappresenta uno dei mezzi preminenti di servizio umanamente disponibile per noi in questo momento." David raccomanda di:

  1. enunciare la missione del gruppo di studio;
  2. visitare altri gruppi di studio per una fertilizzazione incriciata;
  3. riunioni periodiche tra due gruppi di studio, e
  4. ricordarsi che l'aspetto più importante di un gruppo di studio è il progresso spirituale dell'individuo.

Georges Michelson-Dupont fu l’ultimo ad intervenire al simposio. Il suo discorso era intitolato “Strategia in Profondità di un Gruppo di studio e sua Pratica." Egli ci chiese: " Siamo degli apostoli, dei discepoli, degli attori, o dei semplici spettatori della Quinta Rivelazione Epocale?" Noi siamo responsabili, disse Georges, di " sostenere e promuovere la proliferazione nel mondo intero di gruppi di studio efficienti e attrattivi". Georges pensa che quando dei gruppi di studio raggiungono il numero critico di 12 o 13 membri, dovrebbero dividersi in due gruppi. Georges sostenne che i partecipanti ad un e gruppo di studio leggano il testo prima della riunione e pensa che i gruppi di studio di una giornata siano molto produttivi. Per maggiori informazioni, visitate: urantia.org/study/strategy-and-practice-in–depth-study-groups-urantia-book.

Il Simposio dei Gruppi di Studio, che iniziò il giovedì mattina, finì dopo il pranzo di domenica.

(Per i materiali educativi del simposio, i video motivazionali, le foto dei membri del Forum, le foto dei partecipanti al simposio, delle presentazioni di power-point, materiali e video del mandato di pubblicazione e dei discorsi, richiederli, per favore, a [email protected] .)

Georges Michelson-Dupont, Gaétan Charland e Richard Keeler
Georges Michelson-Dupont, Gaétan Charland e Richard Keeler

Información de fondo

StampareStampare

Urantia Foundation, 533 W. Diversey Parkway, Chicago, IL 60614, USA
Telefono: +1-773-525-3319; Fax: +1-773-525-7739
© Urantia Foundation. Tutti i diritti riservati