Il Valore dei Gruppi di Studio

StampareStampareSend by emailSend by email

Il Contesto Storico
Creare un Gruppo di Studio
Il Lavoro di Squadra
Come Gestire i Conflitti
Come Gestire le Differenze Individuali
Problemi e Insidie Potenziali
L’ Importanza dello Studio
Lo Studio Tematico
Lo Studio Comparativo
Insegnare
Conclusione

Il Valore dei Gruppi di Studio

Di Gard Jameson

C’è una grande soddisfazione a divenire membro di un gruppo di lettori il cui scopo principale è lo studio in profondità del Libro di Urantia. Un gruppo di studio ha il potenziale "di estendere la coscienza cosmica e di elevare la percezione spirituale." 0:0.2  E questi sono i due importanti obiettivi della Quinta Rivelazione Epocale.

Se voi pensate ad un gruppo di studio, avete preso una decisione di grande importanza. Avete deciso di partecipare, con un gruppo di vostri simili, ad un’impresa che avrà delle implicazioni eterne. Noi viviamo in una società in cui è difficile parlare di argomenti religiosi o spirituali, e ancora meno di cosmologia universale. I Fascicoli del Libro di Urantia sono preziosi e l’opportunità di condividerli con altri offre un’esperienza di apprendimento e d’ispirazione enorme!

Il Contesto Storico

Una partecipazione equilibrata, un’apertura di spirito condivisa, una scoperta intellettuale, un senso dei valori accresciuto, un caloroso cameratismo e dei buoni pasticcini: Quali potrebbero essere delle condizioni migliori per lo studio del Libro di Urantia?

Durante i primi anni della Rivelazione, i rivelatori chiesero di formare migliaia di gruppi di studio per permettere a questo grande messaggio di evolversi nella coscienza della popolazione. Ne esistono ora centinaia, con molti altri all’orizzonte, via via che molte altre traduzioni del libro vengono a trovarsi nelle mani di anime affamate di una visione ampliata sul significato della nostra esistenza. Il bisogno di un maggior numero di gruppi di studio è grande. Ed altrettanto grandi sono le gratificazioni per i gruppi, gl’individui, e il pianeta.

Il Libro di Urantia ha molto da dire sul valore dei gruppi di studio:

"Un gruppo sociale di esseri umani operante in coordinata armonia rappresenta una forza molto più grande della semplice somma dei suoi componenti." 133:5.6

"Intellettualmente, socialmente e spiritualmente, due creature morali non raddoppiano semplicemente i potenziali personali di compimento universale mediante la tecnica dell’associazione; piuttosto essi sono più vicini a quadruplicare la loro riuscita e le loro possibilità di compimento." 43:8.11

“Gli architetti sociali fanno tutto quanto è di loro competenza ed in loro potere per mettere insieme individui appropriati affinché possano costituire sulla terra dei gruppi di lavoro efficienti e gradevoli. E talvolta questi gruppi si sono trovati riassociati sui mondi delle dimore per continuare un fruttuoso servizio. Ma non sempre questi serafini raggiungono i loro fini; non sempre riescono a mettere insieme coloro che formerebbero il gruppo più ideale per raggiungere un dato scopo o per assolvere un certo compito. In tali circostanze essi devono utilizzare il meglio del materiale disponibile." 39:3.5

"Ma poiché la personalità è unica ­ non esistono due mortali simili ­ ne segue inevitabilmente che due esseri umani non possono mai interpretare allo stesso modo le direttive e le esortazioni dello spirito divino che vive nella loro mente. Un gruppo di mortali può fare l’esperienza dell’unità spirituale, ma non può mai raggiungere l’uniformità filosofica." 103:1.1

Queste citazioni ci dicono che è certamente il nostro più grande interesse riunirci in gruppi, e che inoltre, quando ci riuniamo per raggiungere la comprensione e gli scopi, dobbiamo renderci conto che abbiamo poche speranze di raggiungere l’uniformità filosofica e intellettuale! Quest’ultima constatazione offre la magnifica sfida che vi attende quando partecipate ad un gruppo di studio.

I gruppi di studio crescono con la forza della buona volontà e di un’organizzazione intelligente che motiva e guida i membri del gruppo. Se le persone si riuniscono per studiare, per scoprire insieme nuove verità, per condividere il loro viaggio spirituale, allora delle cose rimarchevoli possono accadere e accadranno. Le persone che s’incontrano per molti anni, sperimentano una crescita inconscia, una socializzazione ed un’amicizia più profonde che sono così rare sul nostro pianeta. Quando dei gruppi di studio di persone interessate studiano Il Libro di Urantia, si stabilisce una stima ed una considerazione familiare che emerge nel corso del tempo.

Creare un Gruppo di Studio

Ancor prima di pensare ad un gruppo, assicuratevi che lo scopo del vostro gruppo sia di studiare Il Libro di Urantia. Lo scopo di un gruppo di studio deve essere di studiare, di socializzare, di accrescere la percezione personale, di evitare l’isolamento dell’esperienza e dell’interpretazione religiosa, e di fornire un terreno per il contatto  interpersonale e per la presa di decisioni morali. Un gruppo di studio facilita l’esperienza meravigliose di  come lavorare cooperativamente in squadra. "Una delle più importanti lezioni da apprendere durante la vostra carriera di mortale è quella del lavoro di gruppo." 28:5.14

1. Entrare in contatto con membri potenziali di un gruppo.

Le migliori fonti di partecipanti per un gruppo di studio sono i conoscenti personali che leggono il libro o che sono interessati ad esso. Se non trovate tali persone, voi potete utilizzare gli elenchi d’indirizzi della Fondazione Urantia o delle organizzazioni sociali come l’Associazione Urantia Internazionale o la Fellowship del Libro di Urantia. Dei contatti "occasionali", come la conoscenza di un amico o un contatto telefonico non richiesto, dovrebbero essere seguiti da un contatto personale in un luogo pubblico prima d’ invitarli alla riunione. Ciò è specialmente vero se voi siete una donna e organizzate queste riunioni a casa vostra. “Siate prudenti come serpenti, ma inoffensivi come colombe.” 140:8.13

2. Regolarità dell’orario e del luogo.

Quando si forma un nuovo gruppo, l’ora e il luogo sono molto importanti. Fate in modo che tutti i partecipanti si mettano d’accordo sull’orario appropriato del giorno e sul giorno della settimana. Se c’è consenso, sarà più facile essere costanti. La regolarità è imperativa. Le persone sono oggi così occupate che la loro agenda è piena settimane prima. Se il luogo cambia troppo spesso, noterete un calo delle partecipazioni, perché i lettori avranno delle difficoltà a ricordarsi qual è il luogo esatto per quella data. Se la situazione non può essere risolta, scrivere la data su un calendario aiuta molto.

3. L’ambiente fisico

Il luogo deve avere una buona illuminazione e abbastanza sedie per essere confortevole. Ciascuno dovrebbe poter vedere l’altro. Sarebbe opportuno avere un tavolo se qualcuno vuole scrivere o consultare delle note. L’animatore può servire del caffè, del tè o delle bevande non alcoliche con dei bocconcini, che possono anche essere portati dagli altri membri del gruppo. Un piccolo spuntino può facilitare molto la partecipazione!

4. Attrazioni e distrazioni.

Alcuni gruppi di studio includono un momento di preghiera in silenzio e di adorazione all’inizio e/o alla fine della riunione. Ciò facilita l’esperienza del cameratismo. Certi gruppi di studio fanno leggere i membri ad alta voce. Altri gruppi utilizzano la versione audio del libro durante il loro studio. È una questione di preferenza e di praticità.

I bambini possono essere una distrazione. Il gruppo deve mettersi d’accordo sul fatto di accettare i bambini. Non si possono autorizzare certi bambini ed altri no.

Può essere utile utilizzare degli aiuti allo studio che sono comunemente disponibili, come una Concordanza o la Paramony (che presenta dei riferimenti biblici) o gli Indici di Soggetti. È anche molto utile avere sottomano un buon dizionario per delle consultazioni. Certi gruppi di studio hanno un computer a portata di mano per cercare delle parole nel libro.

La musica o la televisione potrebbero disturbare la concentrazione di molti lettori, e questa è un’altra scelta sulla quale devono essere d’accordo tutti.

L’uso di alcol da parte dei membri del gruppo durante la riunione può causare dei malintesi tra i lettori e la cattiva comprensione del materiale che viene letto. Ciò non è dunque consigliato.

È anche preferibile non autorizzare a fumare.

La puntualità aiuta in quanto tutti i lettori hanno cambiato I loro programmi per arrivare in orario e sperare di finire in orario. Arrivare in ritardo disturba la concentrazione degli altri lettori e può causare delle interruzioni.

La continuità, particolarmente se il gruppo sta facendo uno studio in profondità, è indispensabile. Se vi sono dei membri differenti ad ogni riunione, non ci potrà essere continuità di discussione o di comprensione tra i lettori. L’impegno di continuità con un gruppo di studio è molto importante. I partecipanti devono comprendere chiaramente ciò che li attende nello studio del libro.

5. Considerazioni sulla dimensione del gruppo

Un massimo di sette persone è la migliore dimensione per numerose ragioni. Ufficiosamente o formalmente, questo è il modo migliore per elevare il sapere e l’interazione sociale.

Se vi sono da sette a quindici lettori, sarà necessario designare un leader o un moderatore per istituire una struttura e per assicurare continuità di concentrazione e di studio.

Se vi sono da quindici a trenta membri, potrà essere necessario preparare le presentazioni e avere più ordine nelle discussioni, facendo anche attenzione al membro che vuole parlare. Sapendo che vi sono sia introversi che estroversi tra di noi, è importante assicurare che ciascuno possa esprimersi.

Se vi sono trenta o più membri, sarà forse necessario avere la presentazione di una lettura preparata da un leader. Dei lavori in piccoli gruppi sono adeguati per questo numero di persone, ma deve esserci una certa struttura e dei leader in ogni gruppo.

6. Studio ed equilibrio

Entrambi sono essenziali per l’obiettivo del gruppo. La proporzione dovrebbe sempre essere più studio che socializzazione durante l’orario del gruppo di studio e più socializzazione che studio alle riunioni sociali, come i pasti organizzati o le feste, per esempio la festa dell’anniversario della nascita di Gesù.

Certi gruppi di studio tipici cominciano alle 19, con 15 minuti di socializzazione mentre arrivano gli altri, poi leggono fino alle 20.45 o alle 21, con un’altra pausa di 30 minuti per prendere un caffè e conversare. È importante che alle sere della settimana le persone facciano attenzione a non rientrare troppo tardi a casa. Questo genere di gruppo si riunisce una volta alla settimana o ogni altra settimana.

Altri gruppi s’incontrano durante il weekend, studiano per due ore e socializzano al termine dello studio.

7. I leaders

Una persona, quanto deve conoscere a fondo il libro per poter dirigere un gruppo di studio? Nessuno conosce il libro alla perfezione, ma il leader dovrebbe aver letto tutto il libro almeno una volta. Un buon conduttore di un gruppo di studio dovrebbe sentirsi a proprio agio nell’incontrare colui o colei che non conosce la risposta ad una data domanda. Un leader di un gruppo di studio non è un esperto, ma piuttosto un agevolatore e un moderatore del processo di gruppo. L’obiettivo è per le persone la scoperta di nuovi significati e l’attrazione di valori superni. Talvolta la scoperta fiorisce meglio quando il leader pone una domanda su un passaggio del quale lui o lei non conoscono veramente la risposta. I lettori sinceri salteranno sempre sull’occasione di rispondere alle domande genuine degli altri.

Se accettate la responsabilità di dirigere un gruppo, i lettori si aspetteranno altre cose da voi oltre che servire del caffè, del tè o dei biscotti. Voi dovete esprimere chiaramente la vostra volontà di essere responsabile se volete che anche gli altri si sentano responsabili. I buoni gruppi di studio sono un affare familiare. Prima di ogni riunione tentate sempre di rinfrescarvi la memoria sul testo che sarà letto.

Il controllo sociale, idealmente, è invisibile, benevolo ed inconscio. Nessuno, nemmeno il leader, dovrebbe dominare la conversazione. Un gruppo di studio sano è quello che mantiene il controllo di sé su problemi di come le persone cercano di orientare la riunione lontano dal libro o di individui con problemi emotivi. Un buon gruppo condivide la responsabilità dell’autocontrollo. Gl’individui e i gruppi differiscono nel grado di apprezzamento di una discussione che va più a ruota libera.

Tuttavia, molti gruppi di studio procedono con difficoltà o muoiono a causa di un controllo sociale inadeguato.

La perseveranza - la tenacia di realizzare un obiettivo di valore indipendentemente da chi desidera parteciparvi - è un qualità che deve essere praticata se si vuol far fiorire un gruppo di  successo. Un certo gruppo di studio ha cominciato con un marito e sua moglie che studiarono da soli ogni settimana per circa due anni; poi si aggiunse un’altra coppia. Alcuni anni più tardi si aggiunsero altre persone, e dopo un decennio erano sessanta persone a partecipare al gruppo.

"Lo sforzo e la decisione sono fattori essenziali per l’acquisizione dei valori di sopravvivenza." 50:6.3

"Tutto ciò deve essere conforme al piano del Padre, che ha basato il progresso finito sullo sforzo, la riuscita della creatura nella perseveranza e lo sviluppo della personalità sulla fede." 115:7.2

Quando pulite la vostra casa e preparate le sedie per il vostro gruppo di studio, ricordatevi queste citazioni.

"Gesù insisteva sempre che la vera bontà deve essere inconsapevole, e che nel fare la carità non si deve permettere alla mano sinistra di sapere ciò che fa la mano destra." 140:8.26 

"Né dovreste cercare di tiranneggiare i vostri fratelli nel regno. Ricordatevi, io vi ho insegnato che colui che vorrebbe essere il più grande tra voi dovrebbe divenire il servitore di tutti. Se pretenderete di esaltarvi davanti a Dio, sarete certamente umiliati; ma chi veramente umilia sé stesso sarà certamente esaltato. Nella vostra vita quotidiana cercate, non la vostra glorificazione, ma la gloria di Dio. Subordinate intelligentemente la vostra volontà alla volontà del Padre che è nei cieli." 175:1.10

Il lavoro di squadra

300.000 anni fa, a Dalamatia, s’insegnava già agli studenti a lavorare, a studiare e a fraternizzare gli uni con gli altri in squadre. Ne Il Libro di Urantia i leader sono generalmente associati a una squadra e non a dei discepoli.

"La civiltà dipende in grande, grandissima misura, da uno spirito di squadra entusiastico ed efficace. Dieci uomini non valgono più di uno per sollevare un fardello pesante, a meno che non lo sollevino insieme - tutti nello stesso momento. E questo lavoro di squadra - questa cooperazione sociale - dipende dalla guida. " 81:6.37

Il superuniverso ha il proprio seconafino dedito al lavoro di squadra!

"Questi sono gli angeli che incoraggiano e promuovono il lavoro di gruppo in tutto Orvonton. Una delle più importanti lezioni da apprendere durante la vostra carriera di mortale è quella del lavoro di gruppo." 28:5.14

Molto è stato scritto sui gruppi di studio - le differenti maniere di parteciparvi e di non parteciparvi, i modi di acquisire e mantenere autorità, e i modi di dirigere i gruppi per raggiungere certi obiettivi. È uno studio su sé stesso, ma noi abbiamo pensato che un rapido sguardo su alcune di tali questioni potrebbe essere utile.

Ogni gruppo ha un limite esterno che determina l’adesione e un limite interno che determina la leadership. I pericoli per la sopravvivenza del gruppo possono venire dall’interno o dall’esterno.

Ciascuno ha un’immagine del gruppo personale ed in parte inconscia. Queste immagini riguardano grandemente la partecipazione così come la struttura del gruppo. La persona che funziona da leader, nella maggior parte di queste immagini è il leader psicologico. La persona con la responsabilità ufficiale può essere qualcun’altro; e quello che è il vero leader potrebbe essere una terza persona ancora, il leader informale.

I gruppi hanno una cultura razionale e tecnica per svolgere il proprio lavoro, un modo di fare tradizionale per far valere il rispetto di ciascuno, come pure un carattere emotivo arcaïco.

Se un gruppo ha solo due ruoli, quello di leader e quello di partecipanti, e due sono leader e novantotto partecipanti, allora il gruppo è organizzato al 2%. Un gruppo completamente organizzato ha dei ruoli specifici per ciascun membro. La differenziazione crescente dei ruoli favorisce l’efficacia – la capacità di fare il lavoro. Se un’organizzazione efficiente non è né a corto di partecipanti né sovrabbondante, essa coopera più efficacemente - compie effettivamente il lavoro previsto.

I gruppi si oppongono all’irregolarità, sia essa etica o altro.

In un gruppo, una crisi interna può essere provocata da una persona che s’inquieta improvvisamente del gruppo e porta la situazione all’attenzione di tutti, chiedendo un cambiamento. Una crisi esterna può essere provocata dalla competizione o dalla sfida di altri gruppi. Una crisi può o meno portare ad un rinnovamento. L’effetto ultimo di una crisi dipenderà dalla capacità dei leader del gruppo di servirsi della leva della crisi per un cambiamento positivo.

*LA STRUTTURA E LA DINAMICA DELLE ORGANIZZAZIONI E DEI GRUPPI, di Eric Berne, ( New York: Grove Press, 1963)

Come gestire i conflitti

La sovranità del Padre nel cuore del vostro gruppo è di totale importanza per ridurre i conflitti.

"Gli esseri dotati di libero arbitrio che si considerano uguali, a meno di non riconoscersi vicendevolmente sottomessi ad una qualche supersovranità, ad una qualche autorità superiore a loro, presto o tardi saranno tentati di mettere alla prova la loro abilità di acquisire potere ed autorità sulle altre persone e sugli altri gruppi. Il concetto di uguaglianza porta la pace solo se è riconosciuta reciprocamente l’influenza del supercontrollo di una supersovranità." 134:4.9

I gruppi di studio vi metteranno in contatto con una moltitudine di personalità che probabilmente non avreste come amici o come conoscenti. Ciò non è perché non sono buone persone, ma perché i loro interessi, la loro età, i loro antecedenti, sono talmente differenti dai vostri che talvolta tutto quello che avete in comune è Il Libro di Urantia. Ciò può causare conflitti e malintesi. Certo, vi è ogni sorta di persone, e tutte vengono al vostro gruppo di studio con le loro particolari aspettative ed i loro bisogni! Voi dovete essere preparati ad una certa qualità di tensioni o di conflitti, che non è sempre cattiva.

"Nuove visioni religiose sorgono dai conflitti che avviano la scelta di nuove e migliori abitudini di reazione al posto degli antichi modelli inferiori di reazione. Nuovi significati emergono solo in mezzo ai conflitti; ed un conflitto persiste solo di fronte al rifiuto di adottare i valori più elevati racchiusi nei significati superiori." 100:4.1

"Il fatto che gl’individui differiscano talmente negli atti della loro vita, non indica soltanto i diversi doni ereditari e le differenti influenze dell’ambiente, ma anche il grado di unificazione con lo spirito interiore del Padre che è stato raggiunto dall’io; la misura dell’identificazione dell’uno con l’altro." 133:7.11

Benché vi possano essere profonde differenze nel tipo di personalità e di temperamento in un gruppo di studio, uno spirito di adorazione conduce ad una qualità di unità che è stupefacente e stimolante.

Poiché la maggior parte di noi non possiede un diploma di psicologia quando cominciamo o partecipiamo ad un gruppo, la sola cosa da fare è o di recarsi alla biblioteca o riferirsi a Il Libro di Urantia.

"Jesus loved men so much because he placed such a high value upon them. You can best discover values in your associates by discovering their motivation. If some one irritates you, causes feelings of resentment, you should sympathetically seek to discern his viewpoint, his reasons for such objectionable conduct. If once you understand your neighbor, you will become tolerant, and this tolerance will grow into friendship and ripen into love." 100:4.4

"Gesù ha amato così tanto gli uomini perché attribuiva loro un alto valore. Voi potete scoprire meglio il valore nei vostri associati scoprendo la loro motivazione. Se qualcuno vi irrita e suscita in voi dei sentimenti di rancore, dovreste cercare per affinità di discernere il suo punto di vista, le sue ragioni per tale condotta deplorevole. Non appena comprenderete il vostro prossimo, diverrete tolleranti, e questa tolleranza si trasformerà in amicizia e maturerà in amore." 100:4.4

Ma se ciò non avviene? Che cosa succede se un membro del gruppo è determinato a dominare, a criticare, a provocare delle dispute, a concentrarsi su altri argomenti o in generale a disturbare la riunione? I fascicoli dicono (e vi sono molti che possono attestare l’efficacia di questa tecnica), che la persona importuna dovrebbe essere presa da parte da un altro lettore simpatico e informata del problema. Se la persona che non rispetta le regole non cambia, allora due lettori possono prendere questa persona da parte, e se anche ciò non funziona, allora il problema sarà sottoposto al gruppo, che avrà l’ultima parola. In tal modo tutti gli sforzi saranno stati compiuti per aiutare questa persona a divenire una parte significativa del gruppo. Leggete, prego, nel "Sermone sul perdono" le parole stesse di Gesù su questo argomento delle persone che non rispettano le regole.

"Non vedi che su questo mondo è meglio che tali responsabilità ricadano sulla collettività o che siano amministrate da rappresentanti scelti dalla collettività?" 133:1.2

"Voi non potete amare veramente i vostri simili con un semplice atto di volontà. L’amore nasce solo dalla profonda comprensione dei motivi e dei sentimenti del vostro prossimo. Non è così importante amare tutti gli uomini oggi quanto imparare ogni giorno ad amarne uno di più." 100:4.6

Gestire le differenze individuali

Uno dei maggiori problemi del vostro gruppo di studio saranno le differenze tra gli idealisti e i realisti. Abner era un idealista visionario, Paolo era un realista pragmatico. Non discutete mai con un idealiste dogmatico perché avrà sempre ragione. Nel quadro dello sviluppo evoluzionario, può darsi che non sia ancora il momento perché il loro ideale, qualunque esso sia, possa manifestarsi. Sposate l’idealismo con il dogmatismo e avrete una vera combinazione difficile. Abner era un uomo meraviglioso. Egli amava la verità. Paolo aveva delle idee ed è un grande peccato che i due non abbiano lavorato insieme. Abner rifiutò di sviluppare un’organizzazione, mentre Paolo decise di costruire un’organizzazione in una maniera pratica.

"Paolo si mise a costruire una delle società umane più progressive che siano mai esistite su Urantia." 170:5.16

Noi possiamo amare ed apprezzare Abner, ma dobbiamo rispettare Paolo per le sue effettive realizzazioni. Abner fallì nel manifestare i suoi ideali, il proposito di Paolo sopravvisse e prosperò. Noi siamo nel mezzo di una nuova rivelazione. È imperativo che noi valutiamo costantemente le nostre azioni mentre lavoriamo nel nostro contesto sociale, di servizio, e nei nostri gruppi di studio.

"Un giorno le persone religiose si assoceranno e collaboreranno effettivamente sulla base dell’unità degli ideali e degli scopi, piuttosto che tentare di fare ciò sulla base di opinioni psicologiche e di credenze teologiche. Gli scopi piuttosto che i credo dovrebbero unire le persone religiose… è inevitabile che ogni singolo credente debba avere la propria interpretazione personale della realizzazione di questa esperienza spirituale. Il termine "fede" dovrebbe rappresentare la relazione dell’individuo con Dio piuttosto che la formulazione dottrinale di quello che un gruppo di mortali è riuscito a concordare come comportamento religioso comune. ‘Avete fede? Allora abbiatela per voi stessi.’ " 99:5.7

Problemi e insidie potenziali

Indipendentemente dalle nostre buone intenzioni, noi non possiamo mai vedere bene quale effetto negativo possono avere le nostre azioni sul gruppo. Ecco alcuni richiami su come anche le migliori intenzioni possono essere percepite dai vostri compagni.

ATTIVITA’ DESIDERABILE--------------PORTATA ALL’ESTREMO

Pregare all’inizio della riunione---------------Divenire devoto e ostentativo
Ascoltare gli altri----------------------Divenire passivo
Essere morale-------------------------------Divenire “un modello di virtù”
Portare le vostre idee-------------Dominare la discussione
Condividere la vostra esperienza--------------Fare una psicoterapia di gruppo
Riflettere-------------------------------Divenire uno snob intellettuale
Cercare-------------------------------Porre troppe domande superficiali
Coltivare l’amicizia---------------------------Blandire o divenire indiscreti

Le attività che hanno luogo nel vostro gruppo di studio, dovrebbero essere una parte organica degli sforzi dei nostri benefattori invisibili per spiritualizzare l’umanità.

L’importanza  dello studio

La parola studente deriva dal latino studere che significa essere appassionato o zelante di qualcosa. Uno studente de Il Libro di Urantia è appassionato dai fatti, dai significati e dai valori presentati nelle sue pagine. La parola scolaro deriva dal greco scuola, che significa svago. Uno scolaro del libro prende largamente il tempo necessario per apprendere, senza ansietà, libero dalla dominazione di ogni obiettivo teologico, ideologico o politico.

Il Libro di Urantia stesso contiene una quantità sorprendente d’insegnamenti sul soggetto dello studio. Lo studio è una delle tre categorie principali di attività della nostra carriera morontiale.

"Le attività di tale mondo sono di tre varietà distinte: lavoro, progresso e divertimento. Detto in altri termini, esse sono: servizio, studio e riposo." 46:5.29

Lo studio non è facile per i mortali e diviene veramente volontario solo molto più tardi nella nostra carriera universale. "Lo studio diviene volontario, il servizio disinteressato diviene naturale e l’adorazione diviene spontanea." 47:7.5

Gesù condusse intensi studi. 129:1.10 Imparò a memoria dei passaggi fin dalla sua educazione primaria (1362.3) 123:5.2  Il suo modo di discutere era un modello di "larghezza di vedute, di equità e di tolleranza;" 132:7.8  ed egli era un ascoltatore paziente. (1460.6) 132:4.2 Il suo gruppo di studio era serio e gioioso. (1533.5) 137:7.1

Forse la più grande rivelazione sulla lettura si trova alla fine dell’Introduzione:

"Noi siamo pienamente coscienti delle difficoltà del nostro compito; riconosciamo l’impossibilità di tradurre completamente il linguaggio dei concetti di divinità e di eternità nei simboli linguistici dei concetti finiti della mente mortale. Ma sappiamo che nella mente umana risiede un frammento di Dio e che con l’anima umana soggiorna lo Spirito della Verità. Sappiamo inoltre che queste forze spirituali cospirano per rendere l’uomo materiale capace di afferrare la realtà dei valori spirituali e di comprendere la filosofia dei significati universali. Ma con certezza ancora maggiore sappiamo che questi spiriti della Presenza Divina possono assistere l’uomo nell’appropriazione spirituale di ogni verità che contribuisce ad accrescere la realtà in continuo progresso dell’esperienza religiosa personale - la coscienza di Dio." 0:12.12

In altre parole, c’è un ciclo di comunicazione rivelatrice che comincia con l’autore ed il linguaggio originale, poi è tradotta in inglese, poi stampata e letta dall’intelletto umano e poi lavorata dall’Aggiustatore di Pensiero e dallo Spirito di Verità per rendere viventi i significati ed i valori universali.

Noi viviamo in un’epoca di parziale ignoranza e di lettura superficiale e veloce. Talvolta è appropriato sorvolare velocemente il materiale, ma gli autori ci frenano esplicitamente di tanto in tanto.

"Soffermatevi a riflettere sul fatto solenne che Dio vive in voi…" 2:5.6

"Meditate sulla rivelazione di questi attributi divini che è stata fatta in servizio amorevole dal vostro stesso Figlio Creatore..." 7:7.6

"Lasciate che la conoscenza sublime della vita umana di Gesù di Nazaret penetri nelle vostre anime…." 20:6.1 

Quando leggiamo le scritture di questo mondo, noi dobbiamo "  cercare gli insegnamenti eternamente veri e divinamente belli." 159:5.1

Perché studiare le parti del libro che descrivono le realtà remote dell’esperienza umana?

"Di tutta la conoscenza umana, ciò che è di maggior valore è conoscere la vita religiosa di Gesù ed il modo in cui egli l’ha vissuta." 196:1.3 Ma non c’è un’armonia nascosta tra questa priorità e l’idea seguente: "La narrazione dell’ascensione umana dalle sfere mortali del tempo fino ai regni divini dell’eternità costituisce un racconto affascinante   questa avventura celeste dovrebbe essere oggetto di un supremo studio da parte dell’uomo mortale." 40:7. "L’orientamento terreno dell’uomo, la sua intuizione cosmica e la sua condotta spirituale sono tutti elevati da una comprensione migliore delle realtà universali e delle loro tecniche d’interassociazione, d’integrazione e di unificazione." 106:0.1

È evidente che Gesù aveva degli alti principi, egli attendeva degli altri che interpretassero le scritture prudentemente e che si ricordassero delle verità che erano state loro insegnate. Egli chiamò i suoi studenti a leggere non solo in modo riflessivo ma anche in modo responsabile; in altre parole, che cosa richiedono i significati del passaggio in termini di risposta morale? Egli inoltre non si stancava mai di attirare l’attenzione sugli aspetti venerabili delle scritture, specialmente dei Salmi. Noi ci lasciamo sfuggire spesso dei punti importanti dimenticando di leggere attentamente e con cura i differenti livelli di significato.

“  c’è molto nelle Scritture che ti avrebbe istruito se solo tu avessi letto con discernimento.” 148:5.5

“Non ti ricordi che è scritto…?˝ 148:5.5 

“Non ti ricordi che già vi dissi in passato...? 167:7.4 

Gesù sfidò Natanaele, uno degli apostoli più intelligenti: “Ma perché rifiuti di comprendere il significato della storia …?˝ 148:4.7

Inoltre, è importante rendersi conto che vi sono dei significati da comprendere al livello dell’immaginazione, al livello del pensiero riflessivo, al livello del cuore o dei sentimenti, così come al livello dell’anima. Questo è il significato di amare Dio con tutte le nostre forze, con tutta la nostra mente, con tutto il nostro cuore e con tutta la nostra anima.

Leggere, come ascoltare, è un’arte e un test: “Non pensate soltanto alle folle e al modo in cui esse intendono la verità; prestate attenzione anche al modo in cui voi stessi la intendete. Ricordatevi ciò che vi ho detto molte volte: a colui che ha sarà dato di più, mentre a colui che non ha sarà tolto anche quello che pensa di avere.” 151:3.1

Talvolta un lettore può solo vedere un aspetto di un testo complesso. “È proprio perché il vangelo di Gesù fu così poliedrico che nello spazio di pochi secoli gli studiosi degli scritti dei suoi insegnamenti si divisero in così tanti culti e sette. Questa penosa suddivisione dei credenti cristiani risulta dall’incapacità di discernere nei molteplici insegnamenti del Maestro l’unicità divina della sua incomparabile vita.” 170:5.20

Noi leggiamo i fascicoli frase per frase, sequenzialmente. Ma c’è anche un talento artistico da scoprire nella struttura della costruzione delle sezioni, dei fascicoli, delle parti, e del libro nella sua totalità.

"Il filosofo saggio cercherà sempre il disegno creativo che sta dietro e che preesiste a tutti i fenomeni dell’universo." 2:7.5

Chiedetevi ancora: perché una sezione ne precede un’altra; perché la sezione che apre un fascicolo è composta di parole scelte?

Studio tematico

Cercare un tema con un aiuto allo studio è più efficace per certi obiettivi, ma assai meno rivelatore di una lettura completa de Il Libro di Urantia dedicata a questo particolare tema. Certi temi meritano parecchie riunioni. Andare al fondo di ciò che Il Libro di Urantia ha da insegnare su un certo tema, come la personalità o l’amore, dà molta soddisfazione. Qualche volta può essere utile esaminare il tema dal punto di vista di ciascuna parte del libro, in successione. Può esserci una quantità di materiale e se voi o altri si sentono sommersi durante la riunione, fate una pausa e riflettete su ciò che avete fatto fino ad allora. Non bisogna affrettarsi. Ci si può affaticare molto per la pressione intellettuale se ci si chiede di studiare molto testo troppo in fretta.

Un modo di studiare una grande quantità di testo è di raggruppare dei passaggi similari e di chiedere ai membri del gruppo di leggerli in sequenza senza commenti sino alla fine della serie. È una buona idea indicare ciò che volete che il gruppo cerchi in questa serie di passaggi. Spesso un passaggio può suscitare dei commenti su diversi temi che possono avere poca rilevanza rispetto all’obiettivo della serata. Rimanere centrati è il principio più importante per dirigere un gruppo di studio coronato da successo.

Quanti passaggi sono appropriati per una serata di studio? Evidentemente ciò dipende da molti fattori. Una buona media è di otto. È bene avere sottomano altri passaggi appropriati da usare se necessario, e tentare di ripartire il tempo per le differenti parti della discussione per conservare la serata fluida.

Per cambiare, pensate di utilizzare un passaggio come trampolino per una riflessione della sera. Cercate altri passaggi che illumineranno la scelta iniziale. In questo modo, si mostra come la totalità del libro può essere usata per spiegare la parte. E ciò è ricordare che la magnifica gemma di una frase vale la pena di essere il centro di un’intera serata di studio.

Studio Comparativo

Se non fate altro che condividere una lista di passaggi che amate veramente, le persone del gruppo beneficeranno semplicemente di ricordarsi dei vecchi passaggi favoriti in una nuova occasione. Tuttavia è possibile fare molto di più. Il livello più elevato di studio, secondo Mortimer j. Adler nel suo libro “Come Leggere un Libro”, è di comparare i grandi pensieri degli autori di differenti libri. Se lo studio tematico v’interessa, potete pensare a questa via. Portare della letteratura al di fuori de Il Libro di Urantia per estendere e chiarire il contenuto del libro. Il Libro di Urantia attinge da numerose fonti umane ed è destinato a funzionare in una civiltà culturale--- interagendo con le idee e gli ideali delle generazioni  attuali e future. Mettere a confronto dei passaggi del libro con prodotti evoluzionari può portare confusione per un gruppo di principianti. Coloro che conoscono bene il libro, lo troveranno molto stimolante. Il vantaggio è che ciò ci aiuta a vedere il libro attraverso gli occhi degli altri. Che cosa dice l’antropologia a proposito della religione primitiva? Che cosa dice la biologia a proposito dell’evoluzione? Non necessita troppa ricerca in biblioteca per trovare dei testi interessanti per i vostri compagni. Si è trovato molto lavoro sulla scienza ne Il Libro di Urantia in rapporto alla scienza contemporanea. Questo è uno studio affascinante. Tuttavia, assicuratevi che il gruppo di studio rimanga centrato su Il Libro di Urantia. Lo studio comparativo non è raccomandato per un gruppo di principianti.

Tali gruppi di studio devono essere guidati con attenzione perché rimangano delle sessioni dedite principalmente allo studio de Il Libro di Urantia. Certi gruppi tentano di esplorare Il Libro di Urantia con altre fonti presunte di rivelazione. Benché la verità si possa trovare in innumerevoli fonti, e benché un riferimento occasionale ad un’informazione e a dei punti di vista fuori da Il Libro di Urantia possa essere molto utile in un gruppo di studio, tuttavia può provocare confusione nel dover dare altrettanta o maggiore attenzione ad altre fonti rispetto alla Quinta Rivelazione Epocale. Ciò succede qualche volta perché il leader o un altro partecipante vuole usare il prestigio di un gruppo di studio de Il Libro di Urantia per fare del proselitismo per le sue convinzioni personali riguardo ad altre fonti.

Insegnamento

Gli insegnanti si evolvono, essi non appaiono come tali. Un insegnante deve conoscere molto bene il suo argomento, ma, più di tutto, un insegnante de Il Libro di Urantia deve tentare di vivere questi insegnamenti.

"Si può predicare una religione a proposito di Gesù, ma, necessariamente, si deve vivere la religione di Gesù." 196:2.1

I gruppi di studio ai quali apparterrete o che formerete dovranno avere una persona che li organizzi e forse una persona che condivida questa competenza, ed altri che li dirigano in differenti modi. Ma a tutti coloro che parteciperanno alle riunioni sarà chiesto di leggere il fascicolo sulle Istruzioni per gli Insegnanti e i Credenti. Un gruppo sceglie di norma i propri insegnanti e leader. Idealmente tutti i membri dovrebbero insegnare vivendo queste grandi verità all’interno del gruppo e nella loro vita privata. Se voi stesso siete stato scelto  per servire il vostro gruppo; siate prudente; siate paziente; cercando costantemente l’aiuto del Padre, e conservate questi avvertimenti nel vostro cuore.

Rispettate sempre la personalità dell’uomo. Una causa giusta non dovrebbe mai essere promossa con la forza; le vittorie spirituali possono essere conseguite soltanto con il potere spirituale. .. Fate i vostri appelli direttamente allo spirito divino che risiede nella mente degli uomini. Non fate appello alla paura, alla pietà o al semplice sentimento… Appellandovi agli uomini, siate equi; controllatevi ed esibite un debito riserbo; mostrate il dovuto rispetto per la personalità dei vostri allievi… Non diminuite o distruggete il loro rispetto per sé stessi … State attenti a non ferire il rispetto di sé delle anime esitanti e timorose… Non siate sarcastici nei confronti dei miei fratelli dalla mente semplice. Non siate cinici con i miei figli dominati dalla paura." "Predicando il vangelo del regno, voi insegnate semplicemente l’amicizia con Dio… Le generazioni future conosceranno anche lo splendore della nostra gioia, l’allegria della nostra buona volontà e l’ispirazione del nostro buon umore." 159:3.2

Ci sono molti libri magnifici che esplorano l’arte d’insegnare. Le nostre università sono piene d’insegnanti istruiti e saggi. Ma ricordiamoci che: “Il popolo lo ascolta volentieri perché egli era uno di loro, un laico senza pretese; il più grande maestro religioso del mondo era in verità un laico. 196:1.4

Conclusione

“Seguire Gesù” significa condividere personalmente la sua fede religiosa ed entrare nello spirito della vita del Maestro di servizio disinteressato verso l’uomo. Una delle cose più importanti della vita umana è scoprire ciò che Gesù credeva, scoprire i suoi ideali e sforzarsi di raggiungere lo scopo elevato della sua vita. Di tutta la conoscenza umana, ciò che è di maggior valore è conoscere la vita religiosa di Gesù ed il modo in cui egli l’ha vissuta." 196:1.3

"Lo spirito del Padre eterno è celato nella mente di ogni figlio mortale." "L’uomo esce alla ricerca di un amico, mentre quello stesso amico vive nel suo cuore." 3:1.4

Tutti coloro che iniziano lo studio di questa rivelazione gli uni con gli altri, entrano in stretto contatto con la Presenza Divina dentro sé stessi e con la Presenza Divina dentro tutti gli altri membri del gruppo. Ciò dovrebbe essere considerato un privilegio sacro nella vostra vita. L’esperienza del Gruppo di Studio dovrebbe essere uno dei teneri ricordi della vostra vita su Urantia. Dovrebbe essere un momento di sublime aspettativa quando aprite le pagine di verità che trovate nella Quinta Rivelazione Epocale per il nostro pianeta! La vostra interazione con gli altri membri del Gruppo di Studio dovrebbe suscitare una profonda coscienza di cameratismo, ed anche quella di famiglia di Dio. L’esperienza del Gruppo di Studio dovrebbe, in un certo modo, ispirare il servizio disinteressato e l’adorazione di Dio.

"La vita di alcuni uomini è troppo grande e nobile per abbassarsi al livello di una semplice riuscita. L’animale deve adattarsi all’ambiente, ma l’uomo religioso trascende il suo ambiente ed in questo modo sfugge ai limiti del mondo materiale presente per mezzo di questa percezione dell’amore divino. Questo concetto dell’amore ingenera nell’anima dell’uomo quello sforzo superanimale per trovare la verità, la bellezza e la bontà; e quando le trova, egli è glorificato nel loro abbraccio; è consumato dal desiderio di viverle, e di agire rettamente." 196:3.32

Información de fondo

StampareStampare

Urantia Foundation, 533 W. Diversey Parkway, Chicago, IL 60614, USA
Telefono: +1-773-525-3319; Fax: +1-773-525-7739
© Urantia Foundation. Tutti i diritti riservati